___Sostieni il Forum___
Agosto 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

I postatori più attivi del mese
MaX
 
Lonewolf
 
Simone
 
Antunna
 
Stefani_Sergio
 
Fratecipolla
 
Kataz
 
Linneo
 
Doneflea
 

I postatori più attivi della settimana

Statistiche
Abbiamo 54 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Giovanni Rays

I nostri membri hanno inviato un totale di 3062 messaggi in 310 argomenti

Pleurotus eryngii varieta' ferulai e pleurotus eryngii var. eleoselini

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Pleurotus eryngii varieta' ferulai e pleurotus eryngii var. eleoselini

Messaggio Da Giuseppe_cardoncello il Mer Apr 05, 2017 5:59 pm

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto: Pleurotus eryngii [/i]var. elaeoselini, presente in Sicilia, che cresce alla base degli steli secchi di Elaeoselinum asclepium ssp. asclepium (L.) Bertol. a cui è associato.

Il mio terreno è invaso da questa pianta, ma funghi mi sembra di non averne mai visti. Secondo voi, gli steli si possono utilizzare per substrato? I semi vi si possono lasciare?

Se il terreno e' invaso penso sia il caso di sotterrare un po' di substrato colonizzato shaking hands

Esiste anche la possibilità d'inoculare il micelio nella ferula, facendo fori nel fusto secco con un trapano a pila e inserendo dei tasselli col micelio, il tutto alcuni centimetri sotto il livello del suolo, e quindi scavando un pò. Ovviamente bisogna lavorare con discrezione per evitare che la presenza dei funghi diventi di dominio pubblico, con ovvie conseguenze "predatorie".Non so se è possibile anche con l'eleoselino perchè non conosco le dimensioni della pianta.

Per Angelo se il tuo terreno e' invaso da queste piante puoi benissimo fare un solco dalla profondita' di circa 20 centimetri e sotterrare il micelio del fungo eleoselino,questo lavoro dovresti farlo alle prime piogge di agosto.

Per Lonewolf riguardo alle spine nei tronchi di ferula che io sappia il primo sono stato io a farlo anni fa la tua spiegazione e' stata scritta da me non ricordo in quale forum ,forse pure in Mondo Fungo il sistema funziona per il ferula non per gli eleoselino in quanto gli steli sono molto fini.

Non ho mai detto di aver inventato io il metodo e neanch'io ricordo dove l'ho letto, ma conoscendolo e ritenendolo valido, ho voluto dare un contributo alla discussione visto che nessuno l'aveva citato dopo numerosi interventi

Lonewolf vedi che io non ti ho rimproverato niente , o solo detto che il metodo l'avevo sperimentato io anni fa e poi tu mica citavi che lo avevi fatto tu.
Se ti sei sentito offeso lungi da me farlo ti chiedo scusa.
avatar
Giuseppe_cardoncello
Utente
Utente

Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 06.03.17
Età : 61
Località : Marsala ( Trapani )

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pleurotus eryngii varieta' ferulai e pleurotus eryngii var. eleoselini

Messaggio Da Lonewolf il Mer Apr 05, 2017 6:07 pm

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto: Pleurotus eryngii [/i]var. elaeoselini, presente in Sicilia, che cresce alla base degli steli secchi di Elaeoselinum asclepium ssp. asclepium (L.) Bertol. a cui è associato.

Il mio terreno è invaso da questa pianta, ma funghi mi sembra di non averne mai visti. Secondo voi, gli steli si possono utilizzare per substrato? I semi vi si possono lasciare?

Se il terreno e' invaso penso sia il caso di sotterrare un po' di substrato colonizzato shaking hands

Esiste anche la possibilità d'inoculare il micelio nella ferula, facendo fori nel fusto secco con un trapano a pila e inserendo dei tasselli col micelio, il tutto alcuni centimetri sotto il livello del suolo, e quindi scavando un pò. Ovviamente bisogna lavorare con discrezione per evitare che la presenza dei funghi diventi di dominio pubblico, con ovvie conseguenze "predatorie".Non so se è possibile anche con l'eleoselino perchè non conosco le dimensioni della pianta.

Per Angelo se il tuo terreno e' invaso da queste piante puoi benissimo fare un solco dalla profondita' di circa 20 centimetri e sotterrare il micelio del fungo eleoselino,questo lavoro dovresti farlo alle prime piogge di agosto.

Per Lonewolf riguardo alle spine nei tronchi di ferula che io sappia il primo sono stato io a farlo anni fa la tua spiegazione e' stata scritta da me non ricordo in quale forum ,forse pure in Mondo Fungo il sistema funziona per il ferula non per gli eleoselino in quanto gli steli sono molto fini.

Non ho mai detto di aver inventato io il metodo e neanch'io ricordo dove l'ho letto, ma conoscendolo e ritenendolo valido, ho voluto dare un contributo alla discussione visto che nessuno l'aveva citato dopo numerosi interventi

Lonewolf vedi che io non ti ho rimproverato niente , o solo detto che il metodo l'avevo sperimentato io anni fa e poi tu mica citavi che lo avevi fatto tu.
Se ti sei sentito offeso lungi da me farlo ti chiedo scusa.

Non c'è nessun bisogno di scuse, anzi, mi fa piacere sapere che sei l'inventore del metodo! shaking hands
avatar
Lonewolf
*Utente*
*Utente*

Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 06.03.17
Località : Pistoia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pleurotus eryngii varieta' ferulai e pleurotus eryngii var. eleoselini

Messaggio Da Anghelo il Mer Apr 05, 2017 10:31 pm

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto: Pleurotus eryngii [/i]var. elaeoselini, presente in Sicilia, che cresce alla base degli steli secchi di Elaeoselinum asclepium ssp. asclepium (L.) Bertol. a cui è associato.

Il mio terreno è invaso da questa pianta, ma funghi mi sembra di non averne mai visti. Secondo voi, gli steli si possono utilizzare per substrato? I semi vi si possono lasciare?

Se il terreno e' invaso penso sia il caso di sotterrare un po' di substrato colonizzato shaking hands

Esiste anche la possibilità d'inoculare il micelio nella ferula, facendo fori nel fusto secco con un trapano a pila e inserendo dei tasselli col micelio, il tutto alcuni centimetri sotto il livello del suolo, e quindi scavando un pò. Ovviamente bisogna lavorare con discrezione per evitare che la presenza dei funghi diventi di dominio pubblico, con ovvie conseguenze "predatorie".Non so se è possibile anche con l'eleoselino perchè non conosco le dimensioni della pianta.

Per Angelo se il tuo terreno e' invaso da queste piante puoi benissimo fare un solco dalla profondita' di circa 20 centimetri e sotterrare il micelio del fungo eleoselino,questo lavoro dovresti farlo alle prime piogge di agosto.

Per Lonewolf riguardo alle spine nei tronchi di ferula che io sappia il primo sono stato io a farlo anni fa la tua spiegazione e' stata scritta da me non ricordo in quale forum ,forse pure in Mondo Fungo il sistema funziona per il ferula non per gli eleoselino in quanto gli steli sono molto fini.

Non ho mai detto di aver inventato io il metodo e neanch'io ricordo dove l'ho letto, ma conoscendolo e ritenendolo valido, ho voluto dare un contributo alla discussione visto che nessuno l'aveva citato dopo numerosi interventi

Sì, Reverendo e Giuseppe. Dovrei però trovare prima il micelio specifico. Chissà se è reperibile? Poi ho la paura che questi funghi facciano la fine di quelli dei pini, che qui vengono mangiati da qualche animale: forse lumache o millepiedi. Il giorno prima sono integri, il giorno dopo rovinati. E' un'idea, comunque, inserirli direttamente in natura.
avatar
Anghelo
Utente
Utente

Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 45
Località : Ragusa

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pleurotus eryngii varieta' ferulai e pleurotus eryngii var. eleoselini

Messaggio Da Terranera il Ven Apr 07, 2017 12:03 am

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto: Pleurotus eryngii [/i]var. elaeoselini, presente in Sicilia, che cresce alla base degli steli secchi di Elaeoselinum asclepium ssp. asclepium (L.) Bertol. a cui è associato.

Il mio terreno è invaso da questa pianta, ma funghi mi sembra di non averne mai visti. Secondo voi, gli steli si possono utilizzare per substrato? I semi vi si possono lasciare?

Se il terreno e' invaso penso sia il caso di sotterrare un po' di substrato colonizzato shaking hands

Esiste anche la possibilità d'inoculare il micelio nella ferula, facendo fori nel fusto secco con un trapano a pila e inserendo dei tasselli col micelio, il tutto alcuni centimetri sotto il livello del suolo, e quindi scavando un pò. Ovviamente bisogna lavorare con discrezione per evitare che la presenza dei funghi diventi di dominio pubblico, con ovvie conseguenze "predatorie".Non so se è possibile anche con l'eleoselino perchè non conosco le dimensioni della pianta.



riguardo alle spine nei tronchi di ferula che io sappia il primo sono stato io a farlo anni fa la tua spiegazione e' stata scritta da me non ricordo in quale forum ,forse pure in Mondo Fungo il sistema funziona per il ferula non per gli eleoselino in quanto gli steli sono molto fini.


io invece ti ho copiato la tecnica e registrato il brevetto in tutti i paesi del mondo. C'è di più...lo faccio conto terzi a pagamento dicendo che è una mia invenzione e mi spaccio per biologo (laurea serale).

A parte gli scerzi, la tecnica che i ragazzi stanno a citare è davvero interessante e la prima volta la vidi fare a Giuseppe. Dal resto se oggi questa tecnica è conosciuta forse lo dobbiamo a lui che ha deciso di condividere con tutti.

Grazie al contributo di tutti si puo' fare davvero tanta strada.
avatar
Terranera
Utente
Utente

Messaggi : 194
Data d'iscrizione : 15.03.17
Località : Pendici dell'Etna

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pleurotus eryngii varieta' ferulai e pleurotus eryngii var. eleoselini

Messaggio Da MaX il Ven Apr 07, 2017 1:14 am

Quoto in pieno [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ! Grande Pino!!!!!
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Messaggi : 676
Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 45
Località : Confienza (PV)

http://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pleurotus eryngii varieta' ferulai e pleurotus eryngii var. eleoselini

Messaggio Da Antunna il Ven Apr 07, 2017 6:44 am

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Quoto in pieno [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ! Grande Pino!!!!!
Concordo al 100% il giudizio di Max 
uniti si vince sempre è si va lontano shaking hands

Però !!!! Terranera ,,,anche se in modo diverso ai recitato il mio credo , quindi stavolta hai rubato te il mio brevetto  ,  ho anche  saputo che lo stai divulgando in tutto il mondo , MA  SENZA ALCUN COMPENSO,  HAHAH     scherzo,,,,,,,,  questo ti fa onore ,,,   
Grande Terranera  , miglioriamo il Mondo thumbs up shaking hands
avatar
Antunna
**Utente**
**Utente**

Messaggi : 510
Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 62
Località : Cagliari

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pleurotus eryngii varieta' ferulai e pleurotus eryngii var. eleoselini

Messaggio Da Terranera il Ven Apr 07, 2017 11:39 am

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Quoto in pieno [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ! Grande Pino!!!!!
Concordo al 100% il giudizio di Max 
uniti si vince sempre è si va lontano shaking hands

Però !!!! Terranera ,,,anche se in modo diverso ai recitato il mio credo , quindi stavolta hai rubato te il mio brevetto  ,  ho anche  saputo che lo stai divulgando in tutto il mondo , MA  SENZA ALCUN COMPENSO,  HAHAH     scherzo,,,,,,,,  questo ti fa onore ,,,   
Grande Terranera  , miglioriamo il Mondo thumbs up shaking hands

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]: quale brevetto avrei rubato ?

Tutto quello che ho creato è iscritto all'ufficio marchi e brevetti (anche gli agi 18g sono una mia invenzione). lol! lol! lol! lol! lol! lol! lol! lol! lol!

P.S. tutto ciò lo dico con il sorriso
avatar
Terranera
Utente
Utente

Messaggi : 194
Data d'iscrizione : 15.03.17
Località : Pendici dell'Etna

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pleurotus eryngii varieta' ferulai e pleurotus eryngii var. eleoselini

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum