___Sostieni il Forum___
Ultimi argomenti
» mi presento
Oggi alle 0:57 Da MaX

» pleurotus coltivato non nasce
Oggi alle 0:00 Da Andrea75

» Si aprono le danze ... Pleurotus eryngii
Ieri alle 22:49 Da MaX

» Oggi ... Cyclocybe cylindracea
Ieri alle 22:44 Da MaX

» Voglio fare un bel raccolto
Ieri alle 21:30 Da MaX

» Accettato l' invito al ballo
Ieri alle 0:02 Da MaX

» New entry, Hypholoma capnoides !
Mer 14 Nov 2018 - 12:22 Da MaX

» inoculare su tronchi
Mar 13 Nov 2018 - 23:41 Da Marco100

» Balletta con rametti e foglie di pioppo (nigra) pastorizzati
Lun 12 Nov 2018 - 23:00 Da Marco100

» Cyclocybe aegerita su platano
Lun 12 Nov 2018 - 20:51 Da MaX

» È un Hygroporus commestibile?
Lun 12 Nov 2018 - 0:17 Da MaX

» Disinfezione
Dom 11 Nov 2018 - 13:49 Da Faramir

»  Cercasi uscita secondaria
Gio 8 Nov 2018 - 20:31 Da Antunna

» Un saluto a tutti
Mer 7 Nov 2018 - 14:35 Da Faramir

» coltivare Armillaria mellea
Sab 3 Nov 2018 - 20:08 Da Marco100

I postatori più attivi del mese
MaX
 
Marco100
 
Antunna
 
Faramir
 
Oruam1959
 
Lonewolf
 
Tony91
 
Valnic
 
Fratecipolla
 
Stefano.m.
 

I postatori più attivi della settimana
MaX
 
Marco100
 
Antunna
 
Lonewolf
 
Valnic
 
Andrea75
 
Tony91
 
Oruam1959
 
MM74
 
ErBaffo
 

Statistiche
Abbiamo 98 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Andrea75

I nostri membri hanno inviato un totale di 8621 messaggi in 755 argomenti

Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Andare in basso

Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Eselvi il Ven 7 Set 2018 - 19:15

Salve a tutti,
Questa estate ho deciso di sfruttare le temperature di alcuni ambienti in fattoria sui 24°C per preparare ballette di shiitake che fossero pronte per i mesi meno caldi alla fruttificazione.
Ligio alla regola di una ora a kg di substrato ho preparato diverse bags da 2.5/3 kg . In effeti poi ho sterilizzato a 15psi per almeno 3 ore e mezzo.La composizione era costituita da trucioli di roverella, cippato di pioppo nero, paglia (10%) e un 10% di crusca. La crusca presentava segni di colonizzazione da trichoderma nonostante fosse ben asciutta.
La mia riflessione è stata....tanto sterilizzo per cui non dovrebbero esserci problemi di colonizzazioni indesiderate.
Il risultato è stao che il 75% (di 10 ballette) sono perfettamente verdi

Eselvi
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 18.04.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Oruam1959 il Sab 8 Set 2018 - 20:16

Puo' darsi che la contaminazione sia avvenuta in fase successiva, nell'inoculo dello spawn.... Don't know
avatar
Oruam1959
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 07.05.18
Età : 59

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Marco100 il Sab 8 Set 2018 - 22:57

Ciao Enrico, tanto per capire, come hai inoculato le ballette sterilizzate?
avatar
Marco100
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 15.03.18
Età : 53

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Lonewolf il Dom 9 Set 2018 - 6:58

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Puo' darsi che la contaminazione sia avvenuta in fase successiva, nell'inoculo dello spam.... Don't know

Condivido. Se la sterilizzazione è avvenuta correttamente (substrato idratato e compattato, tempi rispettati ecc.), la contaminazione è necessariamente avvenuta dopo, al momento dell'introduzione del micelio Ciao!
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Eselvi il Dom 9 Set 2018 - 15:24

Scusate, ma parte l’ultima parte del post è scomparso misteriosamente. Comunque ci riprovo.
Successivamente ho fatto con gli stessi componenti altre 2 bags che mi sono poi dimenticato in sterilizzazione per ben 6 ore.......
Non si sono bruciate e così ho proceduto all inoculazione in flusso di vapore.
Nessuna contaminazione e colonizzazione perfetta
Riflessione : 3 ore e mezzo non sono state sufficienti a sterilizzare completamente un materiale che seppure contaminato, avrebbe dovuto essere pronto per essere inoculato senza problemi.
Ciao a tutti

Eselvi
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 18.04.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Antunna il Dom 9 Set 2018 - 16:09

Ciao Enrico , la tue esperienza negativa da da pensare  veramente ,,,  sinceramente ( ma questo e solo il mio pensiero ) non  penso  sia un caso fortuito!!   o"""SFORTUITO ""  di contaminazione  durante l'inoculo  ,(7 su 10 sono tante ) ma  della eccessiva presenza di spore  nella crusca . Dalle tue parole"" segni di contaminazione  """ significa che qualcuna e soppravissuta alla sterilizzazione  , ed in un ambiente  senza protezione ,   con  un competitore come il micelio dello shiitake  il verdone  sicuramente piu forte ,,,  ha preso il soppravento. Magari non ce la avrebbe fatta con l'ostreatus , ecc. Due cose puoi fare a mio parere ,,,, liberarti della crusca (sicuramente )  e riprovare  con altra fresca  con gli stessi procedimenti e dosaggi Thumbs up
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 64

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Oruam1959 il Dom 9 Set 2018 - 16:43

Se hai sterilizzato 2 borse mettendo tra loro dei distanziatori resistenti al calore generato in modo che il vapore le circondi totalmente le 3 ore e mezzo dovrebbero bastare,altrimenti una sopra l'altra formano una massa di 5 o 6 kg per cui ci vogliono 6 ore di sterilizzazione.
Per quelle che hai dimenticato per 6 ore penso che l'acqua era finita da un bel po',sei stato fortunato che non abbia cotto parte del substrato se erano messe una sopra l'altra senza essere distanziate il tempo era sufficente alla sterilizzazione  e quindi non ti hanno dato problemi....
Sentiamo altri pareri questo e' il mio sulla tua riflessione ciao Enrico Ciao!
avatar
Oruam1959
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 07.05.18
Età : 59

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Lonewolf il Dom 9 Set 2018 - 18:05

@Enrico: puoi darci qualche indicazione su dove è cominciata la contaminazione? Nella parte alta o in quella bassa delle buste?
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Eselvi il Dom 9 Set 2018 - 21:07

Ciao a tutti,
Sicuramente la crusca era contaminata! Gravemente contaminata,!
La contaminazione nelle bags è stata sia dall alto che dal basso...insomma generalizzata.
Secondo me, motivo di riflessione dovrebbe essere che la canonica 1 ora a kg....più qualcosa ...non è sufficiente a eliminare sicuramente le spore , tante o poche che siano. Ovviamente ora ho eliminato la crusca infetta.
Ma comunque rimane il fatto che le ballette da 3 kg, separate da piatti, messe in canner per più di 3 ore a 15psi si sono contaminate

Eselvi
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 18.04.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Lonewolf il Lun 10 Set 2018 - 6:42

Le spore dei miceti contaminanti dovrebbero essere più sensibili al calore di quelle dei clostridi, e anche queste ultime vengono eliminate dopo oltre 3 ore a 15 psi.
E' giustissimo eliminare materiali ritenuti ricchi di spore, ma secondo me o c'è un problema nella sterilizzazione, e ho citato prima 2 soli (substrato non adeguatamente idratato o compattato) dei vari problemi possibili, oppure se questa avviene correttamente, la contaminazione si verifica all'apertura della busta per inserire il micelio (aria o spawn o strumenti o mani o filtro....ecc. contaminati)
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Antunna il Lun 10 Set 2018 - 8:19

Scusatemi ma io ,,, come al solito vado contro corrente . Penso che il tutto sia avvenuto
nell 'inoculo . L'ambiente sicuramente molto contaminato , idratazione , è manipolazione della crusca x mischiarla agli altri componenti .Secondo me il tempo di sterilizzazione e più che sufficiente , ricordo il mio modo in cui preparo le mie balle (last minute e la succesiva semi tindelizzazione , 40/60 minuti in pentola PASTAIOLA). A tutt'oggi le balle sono venute tutte ok Ciao!
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 64

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da MaX il Mar 18 Set 2018 - 22:37

La regola base di sterilizzazione per i nostri utilizzi per avere una certa sicurezza di raggiungere un corretto trattamento termico è un ora per Kg di substrato + 1 ora aggiuntiva. Naturalmente tenendo presente tutte le regole di base … non annegare la/le balletta/e nell'acqua(utilizzare un apposito separatore di fondo), distanziare se più di una le ballette con materiali infusibili, per garantire al vapore di agire su più superfici possibili, Non utilizzare con questi tempi materiali palesemente contaminati (non sarebbero sufficienti ad abbattere completamente tutte le forme di contaminanti!
Poi potremmo continuare con altre riflessioni, ma le ragioni talvolta sono molto più complesse di ciò che appaiono e bisognerebbe analizzare e scorporare meticolosamente caso per caso.

Vi pongo una domanda … Per quanto tempo devo sterilizzare del materiale sterilizzato?
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 47

http://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Marco100 il Mer 19 Set 2018 - 0:29

MaX se è già sterilizzato perché devi?
Comunque se sterilizzi i tempi sono quelli, altrimenti non sterilizzi.
avatar
Marco100
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 15.03.18
Età : 53

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Antunna il Mer 19 Set 2018 - 11:38

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:La regola base di sterilizzazione per i nostri utilizzi per avere una certa sicurezza di raggiungere un corretto trattamento termico è un ora per Kg di substrato + 1 ora aggiuntiva. Naturalmente tenendo presente tutte le regole di base … non annegare la/le balletta/e nell'acqua(utilizzare un apposito separatore di fondo), distanziare se più di una le ballette con materiali infusibili, per garantire al vapore di agire su più superfici possibili, Non utilizzare con questi tempi materiali palesemente contaminati (non sarebbero sufficienti ad abbattere completamente tutte le forme di contaminanti!
Poi potremmo continuare con altre riflessioni, ma le ragioni talvolta sono molto più complesse di ciò che appaiono e bisognerebbe analizzare e scorporare meticolosamente caso per caso.

Vi pongo una domanda … Per quanto tempo devo sterilizzare del materiale sterilizzato?

Bel quiz Max ,,, hahahah mi verrebbe di darti la stessa risposta di Marco ,,,, ma voglio essere piu pignolo ,,, se è sterilizzato !!! Sicuramente e l'interno , mentre l'esterno e sicuramente inquinato , quindi dovrebbero essere sufficienti 15/ 20 minuti Thumbs up
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 64

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Lonewolf il Mer 19 Set 2018 - 20:42

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] Se risterilizzi è perchè dubiti della prima sterilizzazione e temi contaminazioni, altrimenti non ne comprendo il significato. Secondo me i tempi dovrebbero essere identici a quelli della prima volta Ciao!
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Sterilizzazione, insuccessi e riflessioni

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum