___Sostieni il Forum___
Ultimi argomenti
» shiitake con le due tecniche
Oggi alle 20:25 Da Marco100

» P. eryngii, sono pronti?
Oggi alle 20:11 Da Sailplane

» Presto 1781 23-Quart Pressure Cooker/Canner
Oggi alle 19:28 Da Oruam1959

» passeggiata nei boschi di villacidro
Oggi alle 11:03 Da Andreagio

» Prova Clonazione con "Spagnetti"
Oggi alle 8:26 Da Marco100

» Passeggiata ecologica con macchia
Ieri alle 23:07 Da Antunna

» Balletta di Champignon regalata: quando metterla a fruttificare?
Ieri alle 21:49 Da MaX

» Filtro HEPA
Ieri alle 21:33 Da MaX

» non li conosco
Ieri alle 21:04 Da MaX

» Che ne dite?
Ieri alle 20:52 Da MaX

» Clitocybe geotropa on Petri dish
Ieri alle 20:50 Da MaX

» Prima prova clonazione
Ieri alle 19:37 Da Marco100

» Migliorare le qualità organolettiche di un fungo
Sab 19 Mag 2018 - 11:17 Da Marco100

» alcuni shiitake
Sab 19 Mag 2018 - 7:12 Da Lonewolf

» Lievito per PDYA
Ven 18 Mag 2018 - 22:21 Da MaX

I postatori più attivi del mese
MaX
 
Marco100
 
Antunna
 
Lonewolf
 
MM74
 
Oruam1959
 
Stefani_Sergio
 
Paolo95
 
Eselvi
 
Andreagio
 

I postatori più attivi della settimana
Marco100
 
Oruam1959
 
Sailplane
 
Andreagio
 
MaX
 

Statistiche
Abbiamo 81 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Oruam1959

I nostri membri hanno inviato un totale di 6824 messaggi in 644 argomenti

Sulla tindalizzazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Anghelo il Gio 23 Nov 2017 - 15:32

Questa pratica mi alletta alquanto. Mi sbaglio, o sostituisce la sterilizzazione? In particolare, per grandi quantità di substrato, i cui sacchi o contenitori non entrano in pentola a pressione, si farebbe la tindalizzazione in grandi pentole normali, e il gioco è fatto. Confermate ciò che ho capito?
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Lonewolf il Gio 23 Nov 2017 - 21:21

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Questa pratica mi alletta alquanto. Mi sbaglio, o sostituisce la sterilizzazione? In particolare, per grandi quantità di substrato, i cui sacchi o contenitori non entrano in pentola a pressione, si farebbe la tindalizzazione in grandi pentole normali, e il gioco è fatto. Confermate ciò che ho capito?


Per quello che so, ma mi farebbe piacere averne conferma, la tindalizzazione non "sostituisce" ma "è" un modo per ottenere la sterilizzazione.
Le forme vegetative si eliminano facilmente; le spore, assai più resistenti, possiamo eliminarle o rapidamente mediante autoclave, alzando molto T° e pressione, o erogando calore in modo intermittente, in 2-3 cicli intervallati da periodi a temperatura ambiente, vedi [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] in modo che le spore superstiti si trasformino in forme vegetative e possano essere eliminate col successivo innalzamento termico.
Questo secondo procedimento, definito tindalizzazione, ottiene comunque la sterilizzazione come con l'autoclave; ha però come difetto, a mio avviso, la sua durata: 2-3 giorni. Thumbs up
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Anghelo il Gio 23 Nov 2017 - 21:32

Grazie, Luciano. E' quindi un differente modo per giungere alla sterilizzazione. Lo proverò presto.
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da MaX il Gio 23 Nov 2017 - 21:34

Hai capito bene Angelo! Precisa e corretta la risposta dell'amico Luciano.
Ribadisco e confermo!

Quindi riassumendo:
1°ciclo
-Riscaldo fino a 100°C lascio stabilizzare.
-bollire per 30 min
-lasciare raffreddare
-attendere 24 ore per l'incubazione
2°ciclo
-Riscaldo fino a 100°C lascio stabilizzare.
-bollire per 30 min
-lasciare raffreddare
-attendere 24 ore per l'incubazione
3°ciclo
-Riscaldo fino a 100°C lascio stabilizzare.
-bollire per 30 min
-lasciare raffreddare
-attendere 24 ore per l'incubazione

Se si ha del tempo a disposizione è fattibilissimo, 4 giorni per 3 cicli che è il minimo sindacale! Neutral
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da MaX il Gio 23 Nov 2017 - 21:37

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Grazie, Luciano. E' quindi un differente modo per giungere alla sterilizzazione. Lo proverò presto.
Più cicli fai e più ti avvicini ad un grado di sterilizzazione simile a quella fatta in autoclave. Wink
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Anghelo il Gio 23 Nov 2017 - 21:56

Grazie tante, MaX.  Thumbs up Cosa intendi per "lascio stabilizzare"?
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da MaX il Gio 23 Nov 2017 - 22:22

Intendo, andare ad ebollizione ed attendere il tempo necessario, in base al volume del materiale da trattare, di modo che i 100°C siano arrivati al centro della massa. Wink
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Anghelo il Gio 23 Nov 2017 - 22:33

Ci vorrebbe un termometro, però non è fattibile, perché prenderebbe aria il substrato. Forse l'esperienza insegnerà il tempo necessario affinché i 100 gradi arrivino fino al centro. Wink
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Anghelo il Gio 23 Nov 2017 - 22:38

Ma sto pensando, e se anche prendesse aria? Non c'è poi la bollitura di 30 minuti? E' quindi una cosa fattibile?
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da MaX il Gio 23 Nov 2017 - 22:43

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Ma sto pensando, e se anche prendesse aria? Non c'è poi la bollitura di 30 minuti? E' quindi una cosa fattibile?
Se prende aria non fa nulla, bisogna solo stare attenti a non cuocersi le dita. Thumbs up
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Antunna il Gio 23 Nov 2017 - 22:51

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Ma sto pensando, e se anche prendesse aria? Non c'è poi la bollitura di 30 minuti? E' quindi una cosa fattibile?
comunque anche se prende aria non succede nulla perchè il calore che a accumulato il substrato e che sale impedisce l'arrivo di indesiderati. puoi ,,, volendo disinfettare il """Termometro accanto al vapore ed hai risolto il problema. Se poi la balla si dovesse guastare il problema sarebbe nella non corretta operazione,,,, almeno credo
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Anghelo il Ven 24 Nov 2017 - 14:31

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
Se prende aria non fa nulla, bisogna solo stare attenti a non cuocersi le dita.  Thumbs up

Ahahahahahah...
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Anghelo il Ven 24 Nov 2017 - 14:35

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:comunque anche se prende aria non succede nulla perchè il calore che a accumulato il substrato  e che sale impedisce l'arrivo di indesiderati.    puoi ,,, volendo disinfettare il """Termometro accanto al vapore  ed hai risolto il problema. Se poi la balla  si dovesse  guastare  il problema  sarebbe nella non corretta  operazione,,,,  almeno credo

Grazie, Claudio, per le tue sempre preziose rassicurazioni. Shaking Hands
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Antunna il Ven 24 Nov 2017 - 14:46

Shaking Hands
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Anghelo il Lun 27 Nov 2017 - 22:05

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto: La tindalizzazione è un metodo di sterilizzazione frazionata, in cui il riscaldamento a temperature di 60-100 °C per 30 minuti, viene applicato in modo discontinuo.

Anche 60 gradi vanno bene?
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da MaX il Mar 28 Nov 2017 - 0:28

Se tieni i 60°C ti avvicini di più ad una perfetta pastorizzazione, 60-100 °C è un dato di processo standard.

Il mio consiglio è di lavorare intorno a 80-90°C.

Poi vediamo anche altre esperienze! Neutral
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Anghelo il Mar 28 Nov 2017 - 14:09

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Se tieni i 60°C ti avvicini di più ad una perfetta pastorizzazione, 60-100 °C è un dato di processo standard.

Il mio consiglio è di lavorare intorno a 80-90°C.

Poi vediamo anche altre esperienze! Neutral

Grazie, MaX. Chiedevo perché, ieri, il termometro non superava i 79. C'era in pentola poca acqua e, il solo vapore, lo so, non può fare miracoli. Non ne ho messo molta di acqua, perché i secchielli tendevano a galleggiare. Vediamo, oggi ne metterò di più, magari mettendo un peso sopra i secchi, per evitare il problema. Intanto questo fatto degli 80/90 è una buona notizia per me. Very Happy
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da MaX il Mar 28 Nov 2017 - 14:32

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Se tieni i 60°C ti avvicini di più ad una perfetta pastorizzazione, 60-100 °C è un dato di processo standard.

Il mio consiglio è di lavorare intorno a 80-90°C.

Poi vediamo anche altre esperienze! Neutral

Grazie, MaX. Chiedevo perché, ieri, il termometro non superava i 79. C'era in pentola poca acqua e, il solo vapore, lo so, non può fare miracoli. Non ne ho messo molta di acqua, perché i secchielli tendevano a galleggiare. Vediamo, oggi ne metterò di più, magari mettendo un peso sopra i secchi, per evitare il problema. Intanto questo fatto degli 80/90 è una buona notizia per me. Very Happy
Thumbs up
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sulla tindalizzazione

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum