___Sostieni il Forum___
Ultimi argomenti
» Primavera 2018 - il risveglio del bosco
Oggi alle 19:16 Da Fratecipolla

» Prova Clonazione con "Spagnetti"
Oggi alle 18:56 Da MaX

» Crescita Micelio
Oggi alle 18:51 Da MaX

» passeggiata nei boschi di villacidro
Oggi alle 11:20 Da Antunna

» Passeggiata ecologica con macchia
Oggi alle 7:57 Da Fratecipolla

» Che fungo è
Oggi alle 7:55 Da Fratecipolla

» Sterilizzare i ferri del mestiere
Ieri alle 23:43 Da MaX

» Prima prova clonazione
Ieri alle 21:13 Da MaX

» Pentola 22 lt prezzo interessante
Gio 24 Mag 2018 - 6:29 Da Antunna

» Primi test spawn
Mar 22 Mag 2018 - 20:29 Da Marco100

» P. eryngii, sono pronti?
Mar 22 Mag 2018 - 20:26 Da MaX

» Presto 1781 23-Quart Pressure Cooker/Canner
Lun 21 Mag 2018 - 19:28 Da Oruam1959

» Balletta di Champignon regalata: quando metterla a fruttificare?
Dom 20 Mag 2018 - 21:49 Da MaX

» Filtro HEPA
Dom 20 Mag 2018 - 21:33 Da MaX

» non li conosco
Dom 20 Mag 2018 - 21:04 Da MaX

I postatori più attivi del mese
MaX
 
Marco100
 
Antunna
 
Lonewolf
 
Fratecipolla
 
MM74
 
Paolo95
 
Stefani_Sergio
 
Eselvi
 
Oruam1959
 

I postatori più attivi della settimana
Marco100
 
MaX
 
Fratecipolla
 
Antunna
 
Paolo95
 
Sailplane
 
Andreagio
 
Lonewolf
 
Oruam1959
 

Statistiche
Abbiamo 81 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Oruam1959

I nostri membri hanno inviato un totale di 6879 messaggi in 646 argomenti

Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da MaX il Mar 13 Feb 2018 - 1:12

Durante una mia ricerca fra lieviti, fermenti ed altri probiotici, mi sono imbattuto in un argomento assai interessante degno di essere diffuso.
Tanto da creare una produzione casalinga oramai parte integrante nella mia salutare dieta.
Oltre ai nostri macromiceti con proprietà medicinali dalla natura un altro ausilio per mantenere un corretto equilibrio biologico per mantenersi in salute!

Spero che il tutto sia di vostro gradimento! Very Happy

Il Kéfir


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Il Kéfir è una bevanda rinfrescante ottenuta tramite la fermentazione del latte.
Il Kefir è originario del Caucaso dove, presumibilmente, fu creato centinaia di anni fa; la stessa parola kefir proviene dal turco keif che è traducibile come benessere per la sensazione che dà questa bevanda. Molto noto ed utilizzato nell'Est Europa.
Il Kéfir ha una consistenza cremosa, un sapore leggermente acidulo-rinfrescante con un leggero retrogusto di lievito.
Di fatto contiene numerose molecole aromatiche che contribuiscono a creare un sapore unico e particolare.
Inoltre, è leggermente frizzante e anche alcolico; infatti il Kéfir a differenza dello yogurt è creato non solo da fermenti e bacilli lattici ma anche da lieviti che producono CO2 e alcool.
Il Kéfir fresco può contenere dallo 0,05% al 0,5% di alcool che può raggiungere il 2% in due giorni.
Il Kéfir tradizionale viene preparato utilizzando latte fresco (di pecora, capra o mucca) e i fermenti detti anche granuli di Kéfir o più correttamente Kefiran.
Questi granuli sono costituiti da fermenti lattici e lieviti agglomerati insieme in una struttura particolare biancastra, gelatinosa/consistente che loro stessi creano (il cosiddetto Kefiran è formato da polisaccaridi, proteine e lipidi).
Tradizionalmente si metteva in otri di pelle e, in relazione a quanto ne veniva prelevato lo si rimpiazzava con latte fresco per cui la fermentazione avveniva continuamente.

Il Kéfir tradizionale può tranquillamente essere preparato in casa.
Basta versare in un recipiente possibilmente in vetro, naturalmente ben pulito, latte (qualunque tipo, fresco o a lunga conservazione, intero o scremato), aggiungere il Kefiran e lasciare il tutto a temperatura ambiente per 24 o 48 ore a fermentare (nel caso si lasci fermentare oltre le 72 ore diventa troppo acido e prende un gusto agro).
Successivamente il latte fermentato viene filtrato per separare la parte liquida dai granuli di kefir.
Poi al Kefiran si aggiunge altro latte ed il procedimento può essere ripetuto all'infinito (i granuli di Kefir sono per sempre!).

Se non viene consumato subito, il Kéfir così ottenuto può essere messo in frigorifero, dove si conserva senza problemi per un paio di settimane.
In alternativa, è possibile farlo maturare ancora a temperatura ambiente per ridurre ulteriormente il residuo di lattosio e per creare un Kéfir con un sapore ancora più intenso.
Man mano che i granuli vengono utilizzati per la produzione di Kéfir si moltiplicano crescendo numero e volume. Per evitare che i granuli siano troppo abbondanti occorre periodicamente rimuoverne una parte (oppure aumentare il quantitativo di latte da fermentare).
A parte lo scopo di evitare che i granuli siano troppi rispetto al latte, la rimozione di parte dei granuli ha lo scopo di mantenere costante il sapore del kefir così ottenuto.
I granuli in eccesso possono essere mangiati, conservati disidratandoli o congelandoli, regalati oppure semplicemente e con gran dispiacere buttati.

il Kefiran


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

I granuli di kefir latteo analizzati al microscopio presentano un complesso di proteine e polisaccaridi, costituito principalmente da proteine insolubili e mucopolisaccaridi neutri, un microsistema simbiotico perfetto dove diversi organismi vivono e convivono in armonia.
La composizione in percentuale di peso secco di questi granuli è: grasso 4.4%, mucopolisaccaridi 45.7%, proteine totali 34.3% delle quali insolubili 27.0% solubili 1.6% amminoacidi liberi 5.6%. Sono state osservate anche tracce di ferro in forma cristallina e amorfa sulla superficie dei granuli.
Il principale di questi componenti è il Kefiran o anche Kefran che ne costituisce circa il 45%. Attualmente, il meccanismo con cui i granuli di Kefir si formano e crescono non è ancora stato completamente studiato.
Il Kefiran è composto da due monosaccaridi, il D-glucosio e il D-galattosio più o meno in eguali proporzioni. La struttura del Kefiran non è ancora completamente chiara.
Il Kefiran è prodotto nella parte interna dei grani e si suppone che questo avvenga fondamentalmente ad opera dei lattobacilli kefiranofaciens e kefiri.
Esperimenti condotti in Giappone su ratti da laboratorio hanno dimostrato che il Kefiran ha proprietà antitumorali e che nei ratti nutriti con Kefiran si osservavano riduzioni del tumore alla vescica. Altri esperimenti hanno dimostrato che il Kefiran ha anche proprietà antiinfiammatorie e che contribuisce alla guarigione delle coliti ulcerose.

Di seguito riporto una tabella che evidenzia le sostanziali differenze con altri noti probiotici.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da Antunna il Mar 13 Feb 2018 - 8:46

Ottimo  post   Max  ,  molto utile sicuramente   ai più  , e qui aggiungo anche il mio invito al suo utilizzo nella propria dieta .  Noi già lo utilizziamo  da tempo ,  compreso quello preparato con l'acqua è  che personalmente  prediligo per il contenuto superiore di alcol.molto utile la tabella che specifica  bene le differenze con gli altri "probiotici".
Un più  sicuramente meritatissimo Shaking Hands Thumbs up
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da Fratecipolla il Mar 13 Feb 2018 - 14:07

Alcool?
Non lo sapevo affraid affraid
avatar
Fratecipolla
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 19.03.17
Età : 28

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da MaX il Mar 13 Feb 2018 - 15:29

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Alcool?r
Non lo sapevo affraid affraid
Eh già! tongue
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da Antunna il Mar 13 Feb 2018 - 15:32

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Alcool?
Non lo sapevo affraid affraid

Certamente ,,,,ma non il tanto che servirebbe x dimenticare hahaha tongue tongue tongue tongue Fingerwagging Fingerwagging Fingerwagging
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da Fratecipolla il Mar 13 Feb 2018 - 17:25

Ahahahahahh peccato, ci stavo facendo un pensierino tongue

Comunque complimenti Max!
Mi aspetto un articoletto anche sul medusomyces, magari con un po' di micro Very Happy
avatar
Fratecipolla
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 19.03.17
Età : 28

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da Lonewolf il Mar 13 Feb 2018 - 17:34

Tutto molto interessante, non ne sapevo nulla Don't know
Ciao! Ciao!
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da Terranera il Mar 13 Feb 2018 - 19:31

molto interessante.
avatar
Terranera
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 15.03.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da MaX il Mar 13 Feb 2018 - 21:03

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Mi aspetto un articoletto anche sul medusomyces, magari con un po' di micro Very Happy
Lascio che cresca ancora un po' e poi mi ci metto! tongue Thumbs up
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da MM74 il Mar 13 Feb 2018 - 23:02

davvero interessante, un invito ad incrementare post così.
un bel po di tempo fà in casa sono circolati dei "cosi" gelatinosi che mettevamo nell'acqua (che poi bevevamo), era qualcosa di analogo?

MM74
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 26.09.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da MaX il Mar 13 Feb 2018 - 23:40

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:davvero interessante, un invito ad incrementare post così.
un bel po di tempo fà in casa sono circolati dei "cosi" gelatinosi che mettevamo nell'acqua  (che poi bevevamo), era qualcosa di analogo?
Quello che dici tu, chiamato anche kéfir d'acqua, è una sembiosi simile ma non uguale. Si sostentano si molecole diverse dal kéfir di latte che ho descritto sopra.
A breve, magari per curiosità mi cimenteró anche in quello! Very Happy
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da MM74 il Mer 14 Feb 2018 - 18:15

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Mi aspetto un articoletto anche sul medusomyces, magari con un po' di micro Very Happy
Lascio che cresca ancora un po' e poi mi ci metto! tongue Thumbs up

Ecco, adesso ho scoperto anche questo [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ... mannaggia a voi...

MM74
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 26.09.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da MaX il Mer 14 Feb 2018 - 18:46

Ahahahahha!!!!  tongue
In questo caso, la massa gelatinosa consistente, solitamente di forma circolare (prendendo la forma del contenitore), è ancora un altro sistema simbiotico diverso a sua volta dai precedenti.
Quel "disco" in gergo specifico viene anche chiamato "Scoby"
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Coltivare una simbiosi benefica il “Kéfir"

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum