___Sostieni il Forum___
Ultimi argomenti
» shiitake con le due tecniche
Oggi alle 20:25 Da Marco100

» P. eryngii, sono pronti?
Oggi alle 20:11 Da Sailplane

» Presto 1781 23-Quart Pressure Cooker/Canner
Oggi alle 19:28 Da Oruam1959

» passeggiata nei boschi di villacidro
Oggi alle 11:03 Da Andreagio

» Prova Clonazione con "Spagnetti"
Oggi alle 8:26 Da Marco100

» Passeggiata ecologica con macchia
Ieri alle 23:07 Da Antunna

» Balletta di Champignon regalata: quando metterla a fruttificare?
Ieri alle 21:49 Da MaX

» Filtro HEPA
Ieri alle 21:33 Da MaX

» non li conosco
Ieri alle 21:04 Da MaX

» Che ne dite?
Ieri alle 20:52 Da MaX

» Clitocybe geotropa on Petri dish
Ieri alle 20:50 Da MaX

» Prima prova clonazione
Ieri alle 19:37 Da Marco100

» Migliorare le qualità organolettiche di un fungo
Sab 19 Mag 2018 - 11:17 Da Marco100

» alcuni shiitake
Sab 19 Mag 2018 - 7:12 Da Lonewolf

» Lievito per PDYA
Ven 18 Mag 2018 - 22:21 Da MaX

I postatori più attivi del mese
MaX
 
Marco100
 
Antunna
 
Lonewolf
 
MM74
 
Oruam1959
 
Stefani_Sergio
 
Paolo95
 
Eselvi
 
Andreagio
 

I postatori più attivi della settimana
Marco100
 
Oruam1959
 
Sailplane
 
Andreagio
 
MaX
 

Statistiche
Abbiamo 81 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Oruam1959

I nostri membri hanno inviato un totale di 6824 messaggi in 644 argomenti

Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Antunna il Mer 14 Feb 2018 - 19:34

Ciao a tutti , vorrei sottoporre all'attenzione questo quesito , come si può definire questo procedimento 1),idratazione separata del pellet sia di faggio che di barbabietola ( arricchente) con acqua calda , 2) idratazione con nebulizzatore manuale di ,,, paglia , cippato di faggio , 3) il tutto mischiato assieme , inserito in busta ,,, all'interno di una pentola classica, un pò d'acqua nel fondo , 3/4 di ora con vapore ,,, e fuoco al minimo. ???? Si puo definire pastorizzato o sterilizzato?? Grazie x la risposta Rolling Eyes
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Lonewolf il Mer 14 Feb 2018 - 20:45

Ciao Claudio, con i dati che ci dai, secondo me restano molte variabili non valutabili: calore somministrato, dimensioni della pentola, grado d'idratazione del cippato e della paglia trattati solo con nebulizzatore, temperatura raggiunta, ecc.
Io risolverei il problema con un termometro " a spillone" da 8 euro inserito nella parte centrale del substrato: se raggiunge una temperatura prossima ai 70° e la mantiene a lungo, va da sè che si tratta di pastorizzazione; misurazioni inferiori o superiori consentiranno conseguenti valutazioni Thumbs up Ciao!
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Antunna il Mer 14 Feb 2018 - 21:19

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Ciao Claudio, con i dati che ci dai, secondo me restano molte variabili non valutabili: calore somministrato, dimensioni della pentola, grado d'idratazione del cippato e della paglia trattati solo con nebulizzatore, temperatura raggiunta, ecc.
Io risolverei il problema con un termometro " a spillone" da 8 euro inserito nella parte centrale del substrato: se raggiunge una temperatura prossima ai 70° e la mantiene a lungo, va da sè che si tratta di pastorizzazione; misurazioni inferiori o superiori consentiranno conseguenti valutazioni Thumbs up Ciao!
Ciao Luciano hai perfettamente ragione , i dati sono abbastanza carenti, ti posso dare qualche informazione in piu , l'idratazione in linea di massima puo andare dal 150 al 200% per il secco , i due pellet anche oltre. La pentola e la solita mia inseparabile pastaiola, penso la capienza non vada oltre i 5 litri. Mezzo litro di acqua nel fondo, ,,,,, il gas,,, immaginati il fornellino piccolo delle cucine a gas , posizionato al minimo . E 3/4 di ora di calore . Pensa che al termine dell'operazione l'acqua e sempre la stessa quantita ,, in quanto il vapore che raggiunge il coperchio si condensa e riccasca di sotto. Sicuramente non credo che latemperatura ,considerando tutto sia oltre i 70 gradi .Ma !!! sarebbe utile saperla con esattezza. . Grazie comunque per il tuo intervento Shaking Hands
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Terranera il Gio 15 Feb 2018 - 22:09

Secondo me è una pastorizzazione.
avatar
Terranera
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 15.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Antunna il Gio 15 Feb 2018 - 22:28

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Secondo me è una pastorizzazione.
Grazie Terranera, anch'io ne sono convinto , anch perche , ogni 15 minuti rigiro la busta sotto sopra, per riscaldare la parte superiore , e nonostante il calore abbastanza intenso non mi scotto le mani, cosa che sicuramente mi succederebbe , se si arrivasse alla temperatura dello sterilizzato
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da MaX il Ven 16 Feb 2018 - 0:53

Per me, senza dati certi e facendo solo un semplice ragionamento, posso affermare che non si tratta di sterilizzazione. Per ottenere ciò devi raggiungere 121°C e fisicamente se la pentola non va in pressione la massima pressione che raggiungerai è 100°C!
Ma non credo nemmeno che si tratti di pastorizzazione secondo me si superano i 70°C.
Naturalmente mentre la prima è un'affermazione, quest'ultima è una supposizione. Cool
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Antunna il Ven 16 Feb 2018 - 6:19

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Per me, senza dati certi e facendo solo un semplice ragionamento, posso affermare che non si tratta di sterilizzazione. Per ottenere ciò devi raggiungere 121°C e fisicamente se la pentola non va in pressione la massima pressione che raggiungerai è 100°C!
Ma non credo nemmeno che si tratti di pastorizzazione secondo me si superano i 70°C.
Naturalmente mentre la prima è un'affermazione, quest'ultima è una supposizione. Cool
Grazie Max , ormai la curiosita è troppo grande , per cui ho deciso di risolvere in un modo ho un altro questo problema, ho un termometro per liquidi , pensi possa funzionare lo stesso ,,altrimenti provedero ad acquistarne uno come suggerito da Luciano . Thumbs up
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Lonewolf il Ven 16 Feb 2018 - 12:18

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
Grazie Max   , ormai la curiosita  è  troppo grande , per cui ho deciso di risolvere in un modo ho un altro  questo problema,  ho un termometro per liquidi , pensi possa funzionare lo stesso  ,,altrimenti provedero ad acquistarne uno  come suggerito da Luciano . Thumbs up

Condivido con convinzione la tua scelta; io faccio uso del termometro tutte le volte che pastorizzo nel modo che tu hai descritto; le misurazioni variano molto in base al tipo di substrato, alla sua compattezza e all'idratazione che gli ho dato, e alcune volte ho dovuto aspettare molto più del previsto, anche più di un'ora, perchè la temperatura nella parte centrale della balletta raggiungesse i 65°  Shaking Hands  Ciao!
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Anghelo il Ven 16 Feb 2018 - 21:40

Scusate il mio dubbio. Regola vuole che si raggiungano al centro circa 70°. Ma la parte periferica del secchiello o busta o contenitori di vetro che siano, a contatto con l'acqua bollente, non raggiunge i 90°/100°? Non si avrà disparità di pastorizzazione, con relative conseguenze, visto che una parte ha raggiunto un livello più alto di temperatura e l'altra parte un livello più basso?
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Antunna il Ven 16 Feb 2018 - 22:16

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Scusate il mio dubbio. Regola vuole che si raggiungano al centro circa 70°. Ma la parte periferica del secchiello o busta o contenitori di vetro che siano, a contatto con l'acqua bollente, non raggiunge i 90°/100°? Non si avrà disparità di pastorizzazione, con relative conseguenze, visto che una parte ha raggiunto un livello più alto di temperatura e l'altra parte un livello più basso?
Ciao Anghelo , si tratta di una  busta , che non stà a contatto con  l'acqua , e che è .   riscaldata dal solo vapore prodotto da una minima quantita di acqua    ( circa 1/2 litro ) in  una  pentola  che può contenerne almeno 5 l. .come giustamente dici te , la parte esterna del substrato inizialmente si scalda di più , poi   però il calore si distribuisce tutto il substrato  uniformandosi.   Ciao!
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Anghelo il Sab 17 Feb 2018 - 14:36

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
Ciao Anghelo , si tratta di una  busta , che non stà a contatto con  l'acqua , e che è .   riscaldata dal solo vapore prodotto da una minima quantita di acqua    ( circa 1/2 litro ) in  una  pentola  che può contenerne almeno 5 l. .come giustamente dici te , la parte esterna del substrato inizialmente  
si scalda di più , poi   però il calore si distribuisce tutto il substrato  uniformandosi.   Ciao!

Ho capito. Very Happy
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Antunna il Mar 20 Feb 2018 - 16:18

Rieccomi,, ieri ho preparato un altra balletta giusto  anche per verificare la temperatura interna  ripresa con il termometro x liquidi  ,   Nelle 2 fasi della tindalizzazione, ripetuteta 24 dopo ho riscontrato sempre  la temperatura di 50 gradi  massima ,  puo essere accettabile  .  Forse si ,,, forse no .. ?????  Comunque oggi (  x  . Luciano )  mi e arrivato lo spillone ,  a giorni verificherò   la temperatura  interna di un altra balla con   lo strumento che mi hai consigliato Thumbs up [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Lonewolf il Mar 20 Feb 2018 - 16:53

Ciao Claudio, per le temperature di tindalizzazione io faccio riferimento alla guida di Max che parla di 60-100° e tendo a stare verso i 100°; quel termometro mi sembra un ottimo modo per verificare la temperatura interna delle ballette e non correre rischi di errori, sono sicuro che ti troverai bene! Thumbs up Ciao!
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Antunna il Mar 20 Feb 2018 - 17:03

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Ciao Claudio, per le temperature di tindalizzazione io faccio riferimento alla guida di Max che parla di 60-100° e tendo a stare verso i 100°; quel termometro mi sembra un ottimo modo per verificare la temperatura interna delle ballette e non correre rischi di errori, sono sicuro che ti troverai bene! Thumbs up Ciao!

Sono veramente curioso , è verificarne la reale temperatura interna . Ciao e buona serata Thumbs up
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da MaX il Mar 20 Feb 2018 - 19:10

Concordo con Luciano, solo avendo dei dati sicuri si riescono a formulare affermazioni corrette! Wink
Con questo bello ed utile strumento risolveremo l'arcano ...
Ciao! Claudioooooooooooo !!!!!!!!
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Antunna il Mar 20 Feb 2018 - 19:17

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Concordo con Luciano, solo avendo dei dati sicuri si riescono a formulare affermazioni corrette! Wink
Con questo bello ed utile strumento risolveremo l'arcano ...
Ciao!  Claudioooooooooooo !!!!!!!!
Shaking Hands Thumbs up Ciao! Maxxxxxx Laughter W TCF
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Antunna il Mer 21 Feb 2018 - 9:47

Ciao ragazzi ,, non posso che darvi ragione ,, ci avrei scommesso che non si sarebbe oltrepassato i 60 gradi,invece a 35 minuti di fuoco si è arrivati a 82 gradi . , considerando la fonte di calore (mini fornellino posizionato ad una minima uscita del gas ) minimo impiego d'acqua , che a malapena produce un minimo di vapore è che non riesce nemmeno ad uscire dalcoperchio
. Sicuramente la temperatura sale anche grazie all'idratazione abbondante del substrato e alla formazione di pressione all'interno della busta , almeno credo . A breve scriverò un altro post ( x avere il vostro parere ) sulla pastorizzazione e all'uso di arrichenti nella stessa . Spero possa interessare come argomento Thumbs up
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da MaX il Mer 21 Feb 2018 - 18:41

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Ciao ragazzi ,, non posso che darvi ragione ,,  ci avrei scommesso che non si sarebbe oltrepassato i 60 gradi,invece a 35 minuti di fuoco si è arrivati a 82 gradi . , considerando  la fonte di calore  (mini fornellino posizionato ad una minima uscita del gas   ) minimo impiego d'acqua  , che a malapena produce un minimo di vapore è che non riesce  nemmeno ad uscire dalcoperchio
. Sicuramente la temperatura sale anche grazie all'idratazione  abbondante del substrato  e alla formazione di pressione  all'interno della busta , almeno credo .   A breve scriverò un altro post  ( x avere il vostro  parere  ) sulla pastorizzazione  e all'uso di arrichenti  nella stessa . Spero possa  interessare  come argomento Thumbs up
Thumbs up
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come definirlo :: pastorizzato, sterilizzato

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum