___Sostieni il Forum___
Ultimi argomenti
» Primi test spawn
Ieri alle 21:46 Da Marco100

» Micelio champignon
Ieri alle 18:48 Da Marco100

» Filtro HEPA
Ieri alle 14:54 Da MaX

» Procedura corretta per utilizzare spawn disidratato
Dom 12 Ago 2018 - 14:46 Da MaX

» Buste in PP con filtri
Sab 11 Ago 2018 - 20:46 Da Marco100

» Faggio: Pellet, segatura e cippato introvabili!
Sab 11 Ago 2018 - 13:25 Da Antunna

» Pleurotus pulmonarius
Ven 10 Ago 2018 - 0:00 Da Lonewolf

» Pleurotus citrinopileatus
Gio 9 Ago 2018 - 15:04 Da Lonewolf

» Pleurotus ostreatus su petri
Sab 4 Ago 2018 - 20:39 Da Marco100

» Piccoli Pleurotus
Ven 3 Ago 2018 - 6:20 Da Antunna

» Micelio blue oyster su petri contaminato
Mer 1 Ago 2018 - 21:59 Da Marco100

» P.osteatus e casing ?!?!
Mer 1 Ago 2018 - 21:32 Da Marco100

» Pleurotus Djamor su petri
Mer 1 Ago 2018 - 16:51 Da MaX

» Può essere una buona idea
Mer 1 Ago 2018 - 16:49 Da MaX

» Pleurotus Ostreatus con shock termico
Mer 1 Ago 2018 - 16:44 Da MaX

I postatori più attivi della settimana
MaX
 
Marco100
 
Rossazzurro46
 
Zlorfik
 

Statistiche
Abbiamo 86 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Angelo93

I nostri membri hanno inviato un totale di 7756 messaggi in 687 argomenti

Come scegliere e lavorare i tronchetti di legno

Andare in basso

Come scegliere e lavorare i tronchetti di legno

Messaggio Da Fizeau il Mer 11 Apr 2018 - 12:59

Buongiorno a tutti,

quest'anno ho deciso di provare a fare un upgrade nella mia coltivazione amatoriale di pleurotus, shitake e pioppini, procurandomi dei bei pezzi di tronco di faggio tagliato credo da una ventina di giorni.

Vorrei inoculare i tronchetti inserendo tasselli colonizzati nei fori, al posto di usare la tecnica "sandwich".

In alcune guide che ho letto in rete,  si parla di inoculare non oltre i 20 giorni dal taglio (e quindi sarei già fuori tempo),
in altre si menziona che l'importante è che i legni siano non troppo vecchi, ed in caso siano gi'a troppo secchi,
viene consigliato di lasciare i tronchi in ammollo per 24/48 ore per reidratarli, per poi, gettando acqua bollente, praticare anche una piccola pastorizzazione per uccidere eventuali contaminanti che possano essere partiti nella fase di reidratazione.

Siccome non mi sono organizzato proprio bene con i miceli, al momento non ho una quantità sufficiente di inoculo per tutti i tronchi che ho recuperato, e prima di averne altro dovrò aspettare che siano pronti i nuovi vasi per inoculo con segale e i nuovi spinotti di faggio che sto preparando. Il tutto quindi dilaterà i tempi dal taglio della pianta.  

Come al solito, credo che la sperimentazione diretta sia la migliore fonte di conoscenza, però visto che i tempi di attesa per osservare e valutare eventuali risultati si dilatano parecchio, mi piacerebbe ricevere preziosi input da chi esperienza in questo senso ne ha già molta Smile

Quindi, come vi comportate voi con i tronchi di legno?  Rispettate rigorosamente una scadenza dal momento del taglio per inoculare? Andate tranquilli e reidratate sempre i legni anche se sono un po'  vecchi? Quando possiamo considerare troppo vecchi i tronchi?

Insomma, confido in voi Smile


Ultima modifica di Fizeau il Mer 11 Apr 2018 - 21:42, modificato 1 volta

Fizeau
Nuovo Utente
Nuovo Utente

Data d'iscrizione : 02.04.17
Età : 41

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum