___Sostieni il Forum___
Ultimi argomenti
» Primi test spawn
Ieri alle 21:46 Da Marco100

» Micelio champignon
Ieri alle 18:48 Da Marco100

» Filtro HEPA
Ieri alle 14:54 Da MaX

» Procedura corretta per utilizzare spawn disidratato
Dom 12 Ago 2018 - 14:46 Da MaX

» Buste in PP con filtri
Sab 11 Ago 2018 - 20:46 Da Marco100

» Faggio: Pellet, segatura e cippato introvabili!
Sab 11 Ago 2018 - 13:25 Da Antunna

» Pleurotus pulmonarius
Ven 10 Ago 2018 - 0:00 Da Lonewolf

» Pleurotus citrinopileatus
Gio 9 Ago 2018 - 15:04 Da Lonewolf

» Pleurotus ostreatus su petri
Sab 4 Ago 2018 - 20:39 Da Marco100

» Piccoli Pleurotus
Ven 3 Ago 2018 - 6:20 Da Antunna

» Micelio blue oyster su petri contaminato
Mer 1 Ago 2018 - 21:59 Da Marco100

» P.osteatus e casing ?!?!
Mer 1 Ago 2018 - 21:32 Da Marco100

» Pleurotus Djamor su petri
Mer 1 Ago 2018 - 16:51 Da MaX

» Può essere una buona idea
Mer 1 Ago 2018 - 16:49 Da MaX

» Pleurotus Ostreatus con shock termico
Mer 1 Ago 2018 - 16:44 Da MaX

I postatori più attivi della settimana
MaX
 
Marco100
 
Rossazzurro46
 
Zlorfik
 

Statistiche
Abbiamo 86 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Angelo93

I nostri membri hanno inviato un totale di 7756 messaggi in 687 argomenti

Prima esperienza col letame di cavallo

Andare in basso

Prima esperienza col letame di cavallo

Messaggio Da Anghelo il Gio 9 Mar 2017 - 21:45

Alcune settimane fa, per la prima volta nella mia vita ho inoculato del micelio. Essendo di prataiolo, ho usato letame di cavallo misto a paglia. Come l'ho pastorizzato/sterilizzato? Con mezzi a mia disposizione. L'ho messo in un grande fusto di metallo, e questo per un giorno sul fuoco, dopo aver messo poco poco d'acqua. Il letame in basso logicamente bolliva. Quello più in alto, cioè oltre l'acqua, si è alquanto riscaldato col continuo vapore che saliva. L'indomani ho sistemato il letame in delle cassette di plastica e ho inoculato il micelio. A che punto è oggi il micelio? Mi sono accorto che quello nel letame raggiunto dal solo vapore, è vivo e si sta diffondendo. Quello seminato in quella parte bollita, invece non da segni di vita, credo sia morto. A vostro parere, cosa è successo? Il letame bollito ha perso ogni nutrimento e il micelio non ha trovato l'ambiente adatto? Oppure, in quanto sterilizzato, all'uscita si è subito contaminato? Posso ancora riutilizzare questo po' di letame?
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Torna in alto Andare in basso

Re: Prima esperienza col letame di cavallo

Messaggio Da MaX il Gio 9 Mar 2017 - 22:23

Angelo, ma il fusto è andato in pressione? Per me da come sto leggendo mi sembra di no. Me lo confermi?
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Prima esperienza col letame di cavallo

Messaggio Da Anghelo il Gio 9 Mar 2017 - 22:44

Non so cosa vuol dire "in pressione". Non c'era coperchio, e usciva logicamente il vapore.
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Torna in alto Andare in basso

Re: Prima esperienza col letame di cavallo

Messaggio Da MaX il Gio 9 Mar 2017 - 22:49

Ok perfetto, era quello che comunque volevo sapere.
Dunque se il fusto non ha un coperchio e non va in pressione, tipo una classica pentola a pressione, non avviene assolutamente la sterilizzazione.
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Prima esperienza col letame di cavallo

Messaggio Da MaX il Gio 9 Mar 2017 - 22:50

Le temperature corrette per pastorizzare devono andare dai 55°C ai 70°C
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Prima esperienza col letame di cavallo

Messaggio Da Giuseppe_cardoncello il Gio 9 Mar 2017 - 23:11

Di quello che ho capito piu' che una pastorizzazione e' avvenuta una semi sterilizzazione se cosi possiamo chiamarla in quando il substrato nella parte che bolliva sicuramente la temperatura era di 99,98 C ed anche la parte di substrato attraversata dal vapore era sicuramente superiore a 70 gradi.
Non penso che dovrai avere problemi di colonizzazione se il substrato contiene la giusta umidita'.

avatar
Giuseppe_cardoncello
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 06.03.17
Età : 62

Torna in alto Andare in basso

Re: Prima esperienza col letame di cavallo

Messaggio Da MaX il Gio 9 Mar 2017 - 23:30

Tu hai effettuato una emi-sterilizzazione come dice Giuseppe. Trattamento comunque valido, su tempi lunghi, dalle 8 alle 12 ore in base al materiale da sterilizzare ed al volume.
Per praticare una disinfezione di un materiale, in base alla sua carica microbica è necessario una corretta combinazione dei parametri Temperatura/Tempo di esposizione.
Tenendo costante il peso/volume:
Se si tiene una temperatura bassa è essenziale prolungare al massimo il tempo.
Con temperature alte es. in sterilizzazione 121°C si abbassano di molto i tempi per avere gli stessi effetti.
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Prima esperienza col letame di cavallo

Messaggio Da MaX il Gio 9 Mar 2017 - 23:34

Il problema per me è da imputarsi all'umidità relativa del substrato.
Se questo supera il 60% il micelio si inchioda e spesso avanzano prima le contaminazioni. Crying or Very sad
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Prima esperienza col letame di cavallo

Messaggio Da Anghelo il Ven 10 Mar 2017 - 14:16

Molto illuminanti le vostre risposte MaX e Giuseppe. In effetti, a guardare bene le cassette, il letame che, diciamo, ha bollito, e in cui il micelio è morto, è inzuppato d'acqua. L'altro, quello raggiunto dal vapore, e dove il micelio si sta diffondendo, è più asciutto. E' chiaro che la causa, allora, è da imputare all'umidità.

Grazie, MaX, anche sul chiarimento riguardante i tempi di cottura. In pentola a pressione meno tempo, in pentola normale più tempo, ma medesimo risultato.

Abuso della vostra pazienza per condividervi un altro esperimento. Non ho ancora sperimentato la coltura liquida, anche se è in programma il farlo. La settimana scorsa, ho sterilizzato in pentola normale, poiché non sono attrezzato di quella a pressione, delle boccette con delle granaglie, facendole bollire per diverse ore, colpa anche una dimenticanza. Alla fine, una volta fredde, ho velocemente inserito un pezzetto di fungo, come suggerisce qualche guida. Non so come andrà a finire, se ci saranno cioè delle contaminazioni o meno, intanto però, dopo la peluria bianca iniziale, da due giorni il micelio sta prendendo piede, con mia continua soddisfazione.

Infinite grazie per il vostro aiuto. Very Happy
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Torna in alto Andare in basso

Re: Prima esperienza col letame di cavallo

Messaggio Da MaX il Ven 10 Mar 2017 - 17:13

Di nulla! Siamo qui per mettere a disposizione le nostre conoscenze ed esperienze! Wink
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Prima esperienza col letame di cavallo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum