___Sostieni il Forum___
Ultimi argomenti
» shiitake con le due tecniche
Oggi alle 20:25 Da Marco100

» P. eryngii, sono pronti?
Oggi alle 20:11 Da Sailplane

» Presto 1781 23-Quart Pressure Cooker/Canner
Oggi alle 19:28 Da Oruam1959

» passeggiata nei boschi di villacidro
Oggi alle 11:03 Da Andreagio

» Prova Clonazione con "Spagnetti"
Oggi alle 8:26 Da Marco100

» Passeggiata ecologica con macchia
Ieri alle 23:07 Da Antunna

» Balletta di Champignon regalata: quando metterla a fruttificare?
Ieri alle 21:49 Da MaX

» Filtro HEPA
Ieri alle 21:33 Da MaX

» non li conosco
Ieri alle 21:04 Da MaX

» Che ne dite?
Ieri alle 20:52 Da MaX

» Clitocybe geotropa on Petri dish
Ieri alle 20:50 Da MaX

» Prima prova clonazione
Ieri alle 19:37 Da Marco100

» Migliorare le qualità organolettiche di un fungo
Sab 19 Mag 2018 - 11:17 Da Marco100

» alcuni shiitake
Sab 19 Mag 2018 - 7:12 Da Lonewolf

» Lievito per PDYA
Ven 18 Mag 2018 - 22:21 Da MaX

I postatori più attivi del mese
MaX
 
Marco100
 
Antunna
 
Lonewolf
 
MM74
 
Oruam1959
 
Stefani_Sergio
 
Paolo95
 
Eselvi
 
Andreagio
 

I postatori più attivi della settimana
Marco100
 
Oruam1959
 
Sailplane
 
Andreagio
 
MaX
 

Statistiche
Abbiamo 81 membri registrati
L'ultimo utente registrato è Oruam1959

I nostri membri hanno inviato un totale di 6824 messaggi in 644 argomenti

Pastorizzare con calce Si o No?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Superbarros76 il Gio 23 Nov 2017 - 22:06

ciao ragazzi

qualcuno di voi ha provato in passato a pastorizzare a freddo con la calce ha avuto buoni risultati pro e contro
ho letto qualche sito in inglese ma ci capisco ben poco
avatar
Superbarros76
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 10.03.17
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da MaX il Sab 25 Nov 2017 - 11:31

Ne possiamo parlare, so di che si tratta, ma io personalmente non ho mai optato per questa soluzione.
Per me entra in gioco troppo la chimica, anche se si tratta solo di calce viva CaO (Ossido di Calcio).
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Superbarros76 il Sab 25 Nov 2017 - 14:00

sicuramente il procedimento sara piu lungo

ho visto anche un altra tecnica che immergono la paglia col sapone dei piatti e poi la sciaquano in acqua bollente
avatar
Superbarros76
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 10.03.17
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Fratecipolla il Sab 25 Nov 2017 - 14:07

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:sicuramente il procedimento sara piu lungo

ho visto anche un altra tecnica che immergono la paglia col sapone dei piatti e poi la sciaquano in acqua bollente

Io di solito sono favorevole alle innovazioni, ma mi sembra veramente esagerato...

So di uno che pastorizzava sempre con la calce, e i risultati non mancavano.
Pero' anche qui non sono troppo d'accordo Sad
avatar
Fratecipolla
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 19.03.17
Età : 28

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da MaX il Sab 25 Nov 2017 - 14:30

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:sicuramente il procedimento sara piu lungo

ho visto anche un altra tecnica che immergono la paglia col sapone dei piatti e poi la sciaquano in acqua bollente

Io di solito sono favorevole alle innovazioni, ma mi sembra veramente esagerato...

So di uno che pastorizzava sempre con la calce, e i risultati non mancavano.
Pero' anche qui non sono troppo d'accordo Sad  
Quoto in pieno!!!
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Antunna il Sab 25 Nov 2017 - 15:26

Scusate ,,,, non capisco perche ci dobbiamo complicare la vita ,,, se il probblema e sveltire, il procedimento ,, mi sembra   sia piu incasinato questo ,,, preparare la calce,   lo stoccaggio ,, recipienti     ecc ,   senza contare  che quei funghi dopo questo trattamento li debbo mangiare  ,,mà !!!! Io non so ,, ma , !!!! Preferisco il classico naturale , alla mia maniera Thumbs up
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Superbarros76 il Sab 25 Nov 2017 - 16:57

quoto in pieno claudio

e per confrontare perché in america usano queste tecniche e in italia usiamo il classico metodo
avatar
Superbarros76
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 10.03.17
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Lonewolf il Sab 25 Nov 2017 - 21:48

Mi associo con convinzione al coro Shaking Hands  dei contrari all'uso di sostanze chimiche, fra l'altro quella in questione è di gestione non semplice in casa e anche pericolosa; il tutto per evitare un recipiente Shocked di acqua calda?
Gli Americani hanno fatto spesso scelte diverse da noi, ma non sempre sono state le migliori... Thumbs up
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Antunna il Dom 26 Nov 2017 - 8:28

il tutto per evitare un recipiente Shocked di acqua calda?

Se il problema è  il recipiente con l'acqua calda  si può anche  evitare , io non idrato più  il substrato in bidoni o recipienti da molto tempo,  ma il neo e che si possono fare (con il mio metodo )  solo  ballette  di un' po meno di 2kg  , e una alla volta .


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Gli Americani hanno fatto spesso scelte diverse da noi, ma non sempre sono state le migliori... Thumbs up

Per questo  concordo in pieno con l'amico Luciano Thumbs up
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Simone il Dom 26 Nov 2017 - 11:08

La mia attenzione per quello che provo a autoprodurmi a volte è  anche forse un po esagerata. Cerco per quel che posso di capire se certe sostanze possano trasmettersi al mio prodotto finale e la calce di per se non mi sognerei di usarla. Vi dirò che dalle mie parti la calce qualcuno la usa per pulire e tenere lontano i parassiti dagli insaccati.. inutile dire che non si tratta del mio caso.
Buona domenica a tutti! Shaking Hands
avatar
Simone
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 44

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Superbarros76 il Sab 9 Dic 2017 - 10:45

buon giorno a tutti

dopo accurate indagini per pastorizzare a freddo sono giunto a una conclusione tutta la questione sta nel portare l acqua ad un ph di 12 14 gli americani affermano che anno una produttivita del 150 % sul substrato pastorizato in questo modo
lacqua dopo 14 ore torna ad un ph di 8 non piu efficace per ammazzare le muffe cattive la calce poi viene trasformata in anidrite carbonica ed elaborata dal micelio

affermano che
1 pastorizzazione piu veloce
2 colinizzazione piu rapida di almeno 10 gg
3 fruttificazione piu elevata rispetto ad altri metodi

che ne pensate?
avatar
Superbarros76
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 10.03.17
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da MaX il Sab 9 Dic 2017 - 12:15

Ciao Marco, siccome ne ho lette in lungo ed in largo di queste procedure, soprattutto utilizzate nel continente Africano, sarei interessato, soprattutto per l'aspetto tecnico ad approfondire l'argomento. Tanto per capire se è materiale ho ho già letto o no e se è nel giro di Shroomery o no.
Potresti pubblicare la fonte?
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Lonewolf il Sab 9 Dic 2017 - 12:35

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:buon giorno a tutti

dopo accurate indagini per pastorizzare a freddo sono giunto a una conclusione tutta la questione sta nel portare l acqua ad un ph di 12 14 gli americani affermano che anno una produttivita del 150 % sul substrato pastorizato in questo modo
lacqua dopo 14 ore torna ad un ph di 8 non piu efficace per ammazzare le muffe cattive la calce poi viene trasformata in anidrite carbonica  ed elaborata dal micelio

affermano che
1 pastorizzazione piu veloce
2 colinizzazione piu rapida di almeno 10 gg
3 fruttificazione piu elevata rispetto ad altri metodi

che ne pensate?

Mi pare che l'approccio al problema si ispiri a filosofie molto diverse. L'approccio americano è quello di ottenere la massima produzione possibile; il mio approccio è quello di produrre funghi il più "ecologicamente" possibile, anche al prezzo di una produzione minore. Per questo diffido dalla calce in questo caso, dalla formalina per la coltivazione estensiva degli champignons, ecc.
Mi interessa comunque conoscere questo nuovo metodo, per cui ti ringrazio per aver introdotto questa novità e mi associo alla richiesta di Max sulle fonti.  Ciao!
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Antunna il Sab 9 Dic 2017 - 12:58

Concordo con Luciano x quanto riguarda la produzione , che sia o nò x il mio fabbisogno.Dubito poi sul,150% di resa ,, mi sembra un pò fantascientifico .
avatar
Antunna
Utente Esperto
Utente Esperto

Data d'iscrizione : 05.03.17
Età : 63

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Superbarros76 il Sab 9 Dic 2017 - 13:22


Metodi Low Cost / Low Tech per coltivare funghi

La coltivazione dei funghi è sia una scienza che una forma d'arte e molte persone hanno sviluppato i loro metodi unici per coltivare i funghi. Alcuni di questi metodi sono buoni, alcuni sono laboriosi, altri metodi producono grandi volumi di frutta o di qualità speciale. Nel corso degli anni in cui abbiamo lavorato e consultato in questo campo, abbiamo visto molti metodi, dalla coltivazione in terra in Messico e in Africa, al metodo di autoclave basato su tecnologia più avanzata utilizzato dai giganti dell'agribusiness multinazionale. La maggior parte dei libri pubblicati oggi partono dal presupposto che tu abbia un sacco di soldi per uscire e comprare il più costoso di caldaie, bagger e autoclavi. Nella nostra esperienza questo non è solitamente il caso, specialmente quando sei appena agli inizi. Quindi vorremmo offrire il beneficio della nostra esperienza qui e mostrarvi alcuni metodi low tech che funzionano bene e possono essere realizzati a basso costo.

L'obiettivo di qualsiasi agricoltore di funghi dovrebbe essere: la produzione di un alto volume di funghi a basso costo , in un ragionevole lasso di tempo senza troppi sprechi, contaminazione o spese in nuove attrezzature. Ulteriori obiettivi dovrebbero essere quello di avere un sistema abbastanza semplice da poter facilmente addestrare i lavoratori agricoli comuni ad eseguire ogni fase del processo. Poiché la maggior parte dei lavoratori agricoli non sono microbiologi laureati, è più pratico semplificare il più possibile il sistema in modo che chiunque possa essere addestrato a svolgere il lavoro, piuttosto che dipendere dalla disponibilità di personale qualificato che conosce già tutti i concetti coinvolti.

Definiamo gli obiettivi un po 'oltre.

Resa elevata: ogni ceppo comune di funghi può essere coltivato al 100% di efficienza biologica o più, e in effetti deve essere fatto se il progetto deve avere successo. Spesso nella coltivazione dell'ostrica si può ottenere il 200% di BE. Anche con Shiitake, Lions Mane o Maitake, è possibile raggiungere il 100% di BE con un'attenzione minima al tuo processo. Quindi cos'è questo BE e come viene misurato?

L'efficienza biologica , BE abbreviato, è la più importante e la più basilare di tutte le misurazioni nella coltivazione di funghi. BE è il confronto del substrato di peso secco con i funghi freschi raccolti. In altre parole, compriamo il nostro substrato nella forma asciutta, ad esempio segatura. Se comprate 1000 libbre di segatura a secco, e siete in grado di raccogliere 1000 libbre di funghi freschi, questo è un 100% di ESSERE. Se inizi con 1000 libbre di paglia secca e raccogli 1500 libbre di funghi Oyster freschi, questo è un BE del 150%. Tieni sempre presente che il 100% di BE è la resa minima accettabile dei funghi per il successo della tua azienda agricola. Come possiamo iniziare con un substrato di 1000 libbre e finire con 1500 chili di funghi? Tieni presente che i funghi sono per lo più acqua e questo viene aggiunto al substrato. Quindi ciò che raccogli è ovunque dal 50% al 90% di acqua. Assicurati di misurare il peso delle tue borse e misura il peso dei tuoi funghi raccolti, perché senza le cifre di BE per il tuo processo, è impossibile ottimizzare la produzione e prevedere con precisione il rendimento in anticipo.

Esempi di cambiamenti in BE sarebbero i confronti di due diversi ceppi di funghi Oyster: sono entrambi Pleurotus ostreatus , ma forse uno proveniva da un'altitudine elevata, e uno proveniva da una foresta tropicale. Questi sono sicuramente andando a svolgere in modo diverso nella tua fattoria, e saranno assolutamente e senza dubbio hanno un BE diverso quando li crescono fianco a fianco. Quindi, come fai a sapere qual è il miglior ceppo per la tua operazione? C'è solo un modo per sapere - e cioè per eseguire prove e vedere quale si comporta meglio. Una varietà che funziona GRANDE per un altro coltivatore potrebbe funzionare terribilmente per te. Hai un clima diverso, diversi metodi di sterilizzazione, substrato diverso, spawn diversi e, soprattutto, hai diversi organismi concorrenti nella tua fattoria. Queste cose non possono essere prese in considerazione in anticipo, solo le prove nella tua fattoria ti daranno cifre BE realistiche. Tuttavia, TUTTI i funghi comunemente coltivati ​​ti daranno almeno il 100% di ESSERE, quindi se non stai ricevendo questo dal tuo intervento, allora qualcosa non va.

La domanda sorge "Che fungo dovrei coltivare?" La maggior parte delle persone che entrano in questo commercio vogliono iniziare a coltivare lo Shiitake. Proprio come la maggior parte dei bambini che imparano a guidare vogliono una nuova Ferrari. Forse è più pratico per loro imparare a guidare sulla vecchia Ford di famiglia e salire sull'auto da corsa, man mano che aumentano il loro livello di abilità (e il loro reddito!). Lo stesso vale per la crescita dei funghi. È molto più facile (e meno costoso!) Iniziare a coltivare funghi Oyster, quindi passare ad altre specie, man mano che crescono sia il tuo livello di abilità che le attrezzature disponibili. Quindi il resto di questa discussione si concentrerà principalmente sui funghi Oyster, sebbene i concetti generali valgano anche per altre specie.

Sulla base degli insegnamenti di alcuni dei libri più comuni oggi disponibili, molte persone iniziano a coltivare i funghi immergendo la paglia nell'acqua calda per un passo di pastorizzazione. Questo sistema funziona, anche se è il nostro meno preferito di tutti i metodi di pastorizzazione per molte ragioni, tutti risalenti agli obiettivi di base della "Produzione di grandi volumi di funghi a basso costo". Il metodo dell'acqua calda è difficile, costoso e troppo spesso non produce il 100% + BE. Preferiamo i metodi di pastorizzazione a freddo perché siamo pigri, economici, e non amiamo lottare con grandi fasci di paglia calda e umida. E oh si, ho detto che produce sempre un BE superiore?

Metodi di pastorizzazione a freddo:

È necessario pastorizzare o sterilizzare il substrato prima di inocularlo con spawn. La decisione di sterilizzare i versi di pastorizzazione dipende dal substrato e dalla crescita della specie. In generale, se si dispone di un substrato a basso valore nutritivo come carta, cartone o paglia, allora la pastorizzazione è sufficiente e molto più economica della vera sterilizzazione. La segatura varia nel valore nutritivo e talvolta può funzionare bene con un semplice passaggio di pastorizzazione e talvolta deve essere sterilizzata. Per quelli che dicono che lo Shiitake non può essere coltivato sulla paglia pastorizzata, ti incoraggio a dare un'occhiata a questo breve Write-Up da un coltivatore di San Diego che coltiva lo Shiitake abbastanza bene sulla paglia. Dal momento che la paglia funziona meglio per i funghi Oyster, descriverò il processo sulla paglia:

Per eseguire un passaggio di pastorizzazione a freddo, sarà necessario immergere la cannuccia in una soluzione che idrata la paglia e uccida la maggior parte dei microrganismi presenti. Ci sono un certo numero di cose che puoi usare per questo, ma di gran lunga il migliore è la calce idrata. La concentrazione esatta non è critica, solo una grande doppia manciata in un tamburo d'acqua da 55 galloni. Quindi immergere la cannuccia, appesantirla in modo che non galleggi e attendere dalle 12 alle 24 ore. Non è più necessario, dal momento che non si desidera sviluppare un gruppo di organismi resistenti al calce, tra 16 e 18 ore è perfetto. Dopo l'immersione, scolare l'acqua in eccesso, insaccare la cannuccia e inocularla con le uova. Funziona alla grande, il tipico BE è dal 150% al 175% e la qualità dei corpi dei frutti è migliore rispetto al metodo dell'acqua calda.

Ecco i consigli su quale lime usare:

Tipi di lime e utilizzo nell'agricoltura dei funghi

Il termine "Lime" è ampiamente usato in inglese, e lo stesso termine si riferisce spesso a materiali diversi. Quindi una spiegazione dei diversi tipi di lime e il loro utilizzo è in ordine:

1) Calce carbonato di calcio - questo è calcare, marmo, gesso, guscio d'uovo, corallo o guscio di ostrica. Questo materiale viene utilizzato come tampone pH nel substrato e nei supporti. Questo tipo di calce non causa un cambiamento importante nel pH, ma agisce come un tampone, cioè mantiene il pH costante man mano che i funghi crescono. Questo è l'emendamento preferito per il substrato per garantire che il substrato non diventi troppo acido durante il ciclo di crescita. QUESTO TIPO LIME NON FUNZIONERÀ PER PASTURIZZARE!

2) idrossido di calcio o calce idrata, noto anche come calce viva. Viene utilizzato per aumentare il pH ed è utilizzato principalmente per il substrato di pastorizzazione o sterilizzazione. Molti funghi non crescono bene se questo tipo di calce viene aggiunto al substrato, e quindi NON viene utilizzato per modificare il substrato, è usato solo per la pastorizzazione, attraverso il meccanismo di cambio rapido del pH. L'aggiunta di circa 3 libbre di calce idrata (una grossa manciata doppia) in una botte d'acqua produrrà un pH elevato, intorno a pH 12-13, che è sufficiente per pastorizzare la paglia in circa 4-6 ore.

La calce idrata viene prodotta bruciando calcare (carbonato di calcio) che la converte in idrossido di calcio. Il materiale di partenza può essere una qualsiasi delle fonti di carbonato di calcio, o la fonte di materie prime può da Dolomite Lime, che ha un alto contenuto di magnesio. Quando Hydrated Lime è fatto da Dolomite, viene spesso chiamato "Builders Lime" e viene utilizzato nell'industria del calcestruzzo. L'alta calce di magnesio o la calce dei costruttori NON FUNZIONERANNO per i funghi in crescita. Quando si acquista Hydrated Lime per la pastorizzazione del substrato, assicurarsi che sia l'High Calcium Lime (90% o più di calcio - di solito circa il 95-96% di calcio). Se la borsa indica un elevato contenuto di magnesio o indica una percentuale di magnesio superiore al 10%, non utilizzarla. L'alto magnesio bloccherà la crescita dei funghi.

Un tipo corretto di lime per pastorizzazione della paglia

Immagine della galleria
C'è un altro materiale spesso chiamato Lime Agricola, Dolomite Lime o semplicemente Dolomite. Questo ha un alto contenuto di magnesio e NON FUNZIONERÀ per i funghi in crescita.

Il gesso non è calce, è solfato di calcio e viene utilizzato per altri scopi. Non modifica significativamente il pH o agisce da tampone. È usato per modificare le proprietà fisiche del substrato. Aggiunge anche dello zolfo metabolico al substrato.

Il sapone è anche un buon agente pastorizzante. Che tipo di sapone? Quasi tutti funzioneranno, ci piace il detersivo per piatti più economico in vendita al negozio, o un detersivo come Tide, o praticamente qualsiasi sapone. Preparare una buona soluzione di sapone forte, immergere da 12 a 24 ore, drenare l'acqua in eccesso e inoculare. I funghi Oyster utilizzano la cannuccia e il sapone sia come fonte di cibo, che nei funghi non lasciano residui di sapone, ma sono tutti trasformati in un tessuto a base di funghi.

Un altro buon agente pastorizzante sono le ceneri di legno. Funziona esattamente come la calce o il sapone, e le BE sono un po 'più alte di entrambe. Per una presentazione in PDF sul metodo di pastorizzazione della cenere, fare clic qui [PDF]

Spero che questo piccolo aiuto aiuti a capire alcune delle tue opzioni. Dai un'occhiata a queste foto di una fattoria di ostriche sotto la quale ci siamo consultati. Questa azienda utilizza solo la pastorizzazione della calce, hanno sempre il 150% di BE, hanno zero contaminazione e una capacità produttiva di 5.000 libbre al mese. Tutto questo senza alcun calore - solo un impregnarsi di lime. Economico ed efficace e redditizio - che soddisfa tutti gli obiettivi di cui sopra.

Per maggiori informazioni su questo argomento, leggi il documento su [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Superbarros76
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 10.03.17
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Superbarros76 il Sab 9 Dic 2017 - 13:26

Questo e stato tradotto, poi si ci sono tanti siti che ne parlano.
Su Shroomery e pieno di utenti che usano questo metodo.

Certo per uno come me che non capisce linglese ho passato tempo a fare copia e incolla.
avatar
Superbarros76
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 10.03.17
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da MaX il Sab 9 Dic 2017 - 14:07

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Questo e stato tradotto, poi si ci sono tanti siti che ne parlano.
Su Shroomery e pieno di utenti che usano questo metodo.

Certo per uno come me che non capisce linglese ho passato tempo a fare copia e incolla.
Tutto ciò ti fa onore e comprendo lo sforzo che hai fatto per la traduzione senza comprendere la lingua, purtroppo però si perdono alcune sottigliezze che il traduttore online non coglie!! Shaking Hands

Per l'argomento, come avevo precedentemente scritto riporta su argomenti da me già noti su coltivazione e tecniche di matrice Africana.
In America queste tecniche sono state acquisite, mentre in Africa, dove fra l'altro sono nate strettamente collegate ad esigenze legate ad un ambiente prettamente "povero".
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Lonewolf il Sab 9 Dic 2017 - 14:22

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
Metodi Low Cost / Low Tech per coltivare funghi
........................................
Per maggiori informazioni su questo argomento, leggi il documento su [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Ti ringrazio molto per la traduzione e il link che ampliano le mie conoscenze, anche se continuo a seguire la mia filosofia "ecologica" di approccio alla coltivazione  Shaking Hands Thumbs up
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da MaX il Sab 9 Dic 2017 - 14:58

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
Metodi Low Cost / Low Tech per coltivare funghi
........................................
Per maggiori informazioni su questo argomento, leggi il documento su [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Ti ringrazio molto per la traduzione e il link che ampliano le mie conoscenze, anche se continuo a seguire la mia filosofia "ecologica" di approccio alla coltivazione  Shaking Hands Thumbs up
Quoto! Shaking Hands
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Superbarros76 il Lun 11 Dic 2017 - 13:21

ciao a tutti

se il problema e alzare il ph a 12 14 invece di usare la calce perche non usano il bicarbonato quello che si usa per cucinare penso di aver capito che alza il ph
avatar
Superbarros76
Utente
Utente

Data d'iscrizione : 10.03.17
Età : 42

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da MaX il Lun 11 Dic 2017 - 13:57

Si alza il pH in basico anche quello ma solo dalla formula bruta noterai grandi differenze e poi avresti in mezzo ai piedi anche il sodio (Na)  Cool

Calce viva   CaO
Sodio bicarbonato    NaHCO3
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Lonewolf il Lun 11 Dic 2017 - 17:42

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Si alza il pH in basico anche quello ma solo dalla formula bruta noterai grandi differenze e poi avresti in mezzo ai piedi anche il sodio (Na)  

... e ne avresti tanto di sodio (Na), perchè per raggiungere lo stesso pH serve molto più bicarbonato (NaHCO3) che calce viva (CaO), perchè il potere alcalinizzante di quest'ultima è ben superiore  Thumbs up
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Anghelo il Mar 12 Dic 2017 - 22:14

Scusate la domanda. In un substrato alcalino prosperano i funghi? Quale ph riescono a sopportare?
avatar
Anghelo
*Utente*
*Utente*

Data d'iscrizione : 08.03.17
Età : 46

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Lonewolf il Mar 12 Dic 2017 - 22:28

In linea di massima, e con varie eccezioni, so che i funghi amano un pH poco acido, fra 6 e 7, ma possono crescere bene anche con un pH un pò alcalino, di poco superiore a 7, mentre muffe e contaminazioni varie tollerano peggio l'innalzamento del pH. Per questo si tende ad alcalinizzare il substrato aggiungendo carbonato di calcio (CaCO3) o altre sostanze moderatamente alcaline Ciao!
avatar
Lonewolf
**Utente**
**Utente**

Data d'iscrizione : 06.03.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da MaX il Mar 12 Dic 2017 - 22:50

Concordo, in natura alcuni funghi infatti preferiscono terreni calcarei (basici) ed altri terreni o lettiere acide es. aghi di conifere (lettiera acida) oppure fimicoli (che crescono su feci/letame) quindi ambiente prettamente acido.
In coltivazione per strain standard si tende sempre al neutro/basico.
avatar
MaX
Admin Fondatore
Admin Fondatore

Data d'iscrizione : 11.02.17
Età : 46

https://top-funghi.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pastorizzare con calce Si o No?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum